Assogestioni
 

Previdenza obbligatoria e previdenza complementare

Nella maggior parte delle economie avanzate si sta affermando, con modalità e tempi differenti, un modello previdenziale misto o a più "pilastri", caratterizzato dalla coesistenza di sistemi di previdenza obbligatoria e sistemi di previdenza complementare.
In Italia il sistema pensionistico è basato su due “pilastri”: il primo è rappresentato dalla previdenza obbligatoria (Inps, Inpdap, Casse professionali, ecc.) che assicura a tutti i cittadini la pensione di base; il secondo è rappresentato dalla previdenza complementare, a cui è possibile aderire per garantirsi una pensione aggiuntiva a quella pubblica.


Le caratteristiche dei sistemi previdenziali
Tutte le forme di previdenza possono essere analizzate sulla base di alcune caratteristiche fondamentali, come la natura dell'adesione (obbligatoria o volontaria), la copertura (universale o parziale) e la modalità di calcolo della prestazione pensionistica.

Quest’ultima può essere basata su un criterio retributivo e quindi commisurata alla retribuzione pensionabile del singolo lavoratore, ovvero su un criterio contributivo ed essere calcolata in base  all'entità dei contributi versati dal lavoratore nel corso della sua vita lavorativa.

La modalità di finanziamento delle prestazioni pensionistiche, a sua volta, può adottare un  principio di ripartizione, secondo il quale i contributi versati dai lavoratori vengono direttamente impiegati per erogare le prestazioni pensionistiche alla popolazione in età pensionabile, in base a un trasferimento intergenerazionale di risorse.
In alternativa, il sistema previdenziale può essere basato su un principio di capitalizzazione, secondo il quale i contributi dei lavoratori vengono accantonati e investiti sui mercati finanziari, per essere erogati ai lavoratori al termine della loro vita lavorativa.


La previdenza complementare
Il secondo pilastro su cui poggiano i sistemi previdenziali misti è quello della previdenza complementare o integrativa. Attraverso l'adesione a strumenti previdenziali collettivi o individuali (fondi pensione), la previdenza complementare offre ai cittadini la possibilità di costituire una pensione aggiuntiva, che integra in tutto o in parte le prestazioni erogate dal sistema ad adesione obbligatoria.
Al contrario di quest'ultimo, l'adesione alla previdenza complementare è volontaria e libera (seppur fortemente incentivata dallo Stato) ed è aperta in diverse forme a tutti i cittadini, anche a quelli che non dispongono di un reddito da lavoro.

 

Mappa